Pasqua 2018. La Settimana Santa a Lanciano

Durante la Settimana Santa a Lanciano ogni anno vengono riproposti riti molto voinvolgenti come della Passione e Morte, curati dall’Arciconfraternita San Filippo Neri, e della Resurrezione, curati dall’Ariconfraternita SS. Maria della Pietà.

RITI DELLA PASSIONE E MORTE:

Il Giovedì Santo, mentre la popolazione è impegnata nel rito dei Sepolcri e la visita alle chiese della Città, i confratelli dell’Arciconfraternita della Morte e Orazione di San Filippo Neri, col volto coperto da un cappuccio nero, come nera è la tunica che indossano, sfilano nella Processione degli Incappucciati con un incedere mesto e lento illuminato dalle fiaccole accompagnano, insieme alla banda che suona il Miserere del musicista Francesco Masciangelo, uno dei membri del sodalizio, scelto per antica consuetudine dal Priore, il quale rinnovando il gesto di Simone di Cirene, scalzo accolla la croce di legno percorrendo le vie della città.

La processione del Venerdì Santo, aperta dall’alto e caratteristico vessillo dell’Arciconfraternita, la cosiddetta “pannarola”, si svolge con i confratelli e le consorelle del Pio Sodalizio che a capo scoperto fanno ala al Cireneo che accolla la croce, e portano a spalla i tradizionali simboli della passione, le statue delle tre Marie e infine del Cristo Morto, il veneratissimo simulacro la cui epoca e origine è ammantata da un velo di leggenda e di mistero.

Al passaggio del corteo scende il silenzio interrotto soltanto dal crepitare delle raganelle e dalle commoventi noti del Misere di Masciangelo.

L'”Incontro dei Santi” avviene sulla piazza del Plebiscito, al mezzogiorno della domenica di Pasqua e vede protagonisti i tre simulacri di Gesù, Maria e San Giovanni, trasportati ciascuno dai membri di una confraternita, che si fanno reciproci inchini, in una sorta di reciproco saluto.

La statua di San Giovanni, accollata dai membri della Confraternita dei SS. Simone e Giuda Taddeo e di Maria Santissima della Consolazione, muovendo dalla chiesa di Sant’Agostino va incontro alla statua della Madonna, ancora coperta da un manto nero a lutto, trasportata dai membri della Confraternita del Santissimo Rosario dalla chiesa delle Anime Sante del Purgatorio alla Piazza.

Per tre volte il gruppo dei confratelli di SS. Simone e Giuda si muovono avanti e indietro per tentare di convincere la Madonna che il Cristo è davvero risorto ma solo all’ultimo tentativo e alla “vista” del Salvatore, la cui statua viene accollata dai Confratelli dell’Arciconfraternita di Maria Santissima della Pietà e Concezione, la statua viene privata del mantello nero e, vestita di bianco e verde, corre tra il volo dei colombi e il suono delle campane verso la statua del Redentore.

RITI DELLA RESURREZIONE:

Lanciano “L’incontro dei Santi” è una inte nsa e suggestiva rappresentazione sacra che celebra la Resurrezione di Cristo, che, da secoli, si svolge immutata a Lanciano, in piazza Plebiscito.

Domenica di Pasqua
Ore 12.00 – In piazza Plebiscito, gremita di folla, si ha l’incontro tra la statua della Madonna, proveniente dalla Chiesa di S. Maria Maggiore e portata dai Confratelli della Confraternita del Santissimo Rosario, del Salvatore, che arriva dalla chiesa del Purgatorio e trasportata dai Confratelli dell’Arciconfraternita di Maria Santissima della Pietà e Concezione, e di San Giovanni, portata a spalla da quattro Confratelli della Confraternita dei Santi Simone e Giuda e di Maria Santissima della Consolazione, che giunge dalla chiesa di Sant’Agostino. Alla notizia e poi alla vista di Gesù risorto, la Madonna lascia cadere il suo manto nero, e vestita di bianco e verde corre tra decine di colombe bianche verso la statua del Redentore. La festosità dell’evento è suggellata da colpi di mortaretti e dal suono delle campane a festa. Al termine, le statue vengono condotte nella Cattedrale dove sostano fino al martedì successivo.

Martedì dopo Pasqua
ore 12.00 – Nella piazza principale della città, gremita di folla, le statue dei Santi si incontrano, si “salutano” con un inchino e vengono ricondotte, a spalla dai confratelli, nelle rispettive chiese.

Data / Ora: 26/03/2018 - 31/03/2018 0:00
Luogo:
centro storico
Categorie:

Mappa non disponibile

Promuovi il tuo evento
Viaggiando Italia | Luoghi da visitare, Eventi, Idee di Viaggio, Roma, Venezia, Salento, Case Vacanza
Viaggiando Italia | Luoghi da visitare, Eventi, Idee di Viaggio, Roma, Venezia, Salento, Case Vacanza