ADVERTISEMENT
ADVERTISEMENT

Navelli

navelli
Photo Roberto De Ficis
Navelli si trova nella provincia de L'Aquila, in Abruzzo. È situato su di un colle, all'estremità delle propaggini sud-orientali del massiccio del Gran Sasso d'Italia, in posizione dominante sull'omonimo altopiano.  Navelli fa parte del circuito dei borghi più belli d'Italia. Di origine medievale, è storicamente un centro agricolo e pastorale, ed è conosciuto per la produzione dello zafferano dell'Aquila DOP.

Cosa vedere a Navelli?

Architetture religiose

  • Chiesa Parrocchiale di San Sebastiano, realizzata nel 1631 in stile tardo-barocco con sfumature neoclassiche
  • Chiesa della Madonna del Rosario, in stile barocco, vicino a piazza Municipio, fu edificata dopo il terremoto del 1703
  • Chiesa di Santa Maria in Cerulis, sita nell'area del cimitero fuori Navelli, risale all'XI secolo e sorge sulle rovine di un tempio italico dedicato ad Hercules Iovius;
  • Chiesa cimiteriale del Suffragio, in stile rinascimentale barocco
  • Oratorio di San Nicola, sita in campagna, ha una struttura a tetto con una sola navata;
  • Oratorio della confraternita del Gonfalone, in stile barocco, è di forma circolare e si trova vicino al palazzo Baronale subito sopra la chiesa di San Sebastiano;
  • Cappella di San Pasquale, cappella gentilizia risalente al Seicento barocco, nel centro storico
  • Cappella di San Gennaro e Rosario, cappella gentilizia dell'attiguo palazzo Piccioli;
  • Chiesa della Madonna del Campo, a tetto in stile rinascimentale con una sola navata; si trova lungo la strada statale 17 per Collepietro.
  • Chiesa di San Girolamo, nella parte bassa del paese
  • Chiesa di Santa Maria delle Grazie, a volta in stile rinascimentale con una sola navata
  • Chiesa della Madonna di Loreto, a volta in stile rinascimentale

Architetture civili

  • Palazzo Baronale Santucci, palazzo fortificato costruito nel 1632[24];
  • Palazzo Francesconi, palazzo seicentesco con annessa la cappella gentilizia di San Pasquale;
  • Palazzo Piccioli, palazzo seicentesco in stile neoclassico con annessa cappella gentilizia di San Gennaro e del Santissimo Rosario;
  • Palazzo de Roccis, palazzo dell'Ottocento situato la Chiesa della Madonna del Rosario;
  • Palazzo Onofri, risalente al 1498, è annesso ad una delle cinque porte di accesso al paese, Porta Villotta: si caratterizza per la torretta di controllo con le logge rinascimentali; abbandonato da anni, dopo il terremoto del 2009 è partito un progetto di recupero;

Aree naturali

  • Riserva naturale Valle dell'Orfento
  • Centro visite e museo della Valle dell'Orfento
  • Tholos della Valle dell'Orfento
  • Sorgente Le Scalelle
  • Ponte San Cataldo
  • Cammino Anello del Vallone
  • Marmitte dei Giganti - rapide di Santa Lucia 

Architetture militari

  • Porta San Pelino, detta anche Porta Nord, è la più caratteristica delle porte di Navelli, medievale, con arco gotico ogivale;
  • Porta Villotta, detta anche Porta Est, attaccata al palazzo Onofri, è un arco gotico attaccato alle mura;
  • Porta Macello, detta anche Porta Sud;
  • Porta Santa Maria detta anche Porta Ovest;
  • Torre civica di Civitaretenga con l'orologio, caduta col terremoto del 2009.

Altri luoghi di interesse

  • Necropoli di Navelli, II-I secolo a.C., presso l'area cimiteriale di Santa Maria in Cerulis

Leggi tutti gli articoli che riguardano Navelli


ADVERTISEMENT

Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.