ItaliaRiserve naturali

Prodotti tipici. Conosci la Ratafia, il liquore principe delle tavole abruzzesi?

La Storia
La produzione del liquore ha origine antiche; in passato, l’importanza dei liquori è testimoniata dal loro utilizzo, per sancire gli accordi commerciali o la stipula di atti notarili e legali al termine delle trattative, brindando con la formula di rito “Pax rara fiat”.

Descrizione
Molti dei liquori degustabili in Area Parco, sono ancora oggi prodotti in modo tradizionale anche in ambiente domestico. La Ratafia è un liquore tradizionale abruzzese dal gusto dolce e piacevole, con una gradazione alcolica variabile secondo la tecnica di produzione ma quasi mai superiore ai 22 gradi vol. Il colore è rosso più o meno intenso e ha l’odore caratteristico di amarene e frutti di bosco. E’ normalmente consumato giovane, per apprezzarne la maggiore freschezza degli aromi. Si prepara utilizzando amarene mature, vino rosso Montepulciano d’Abruzzo, zucchero, aromi naturali e a volte piccole quantità di alcol.

Area di attuale produzione nel Parco: Si realizza nell’intero territorio del Parco, principalmente nell’area abruzzese.

Stagionalità del prodotto: Si trova in commercio durante tutto l’anno.

Condividi l'articolo con i tuoi amici

È importante: supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button