AbruzzoCucina e Cibi d'ItaliaItalia

Guida Michelin 2020. Ecco tutti i ristoranti “stellati” in Abruzzo

È stata presentata al Teatro Municipale di Piacenza la 65a edizione della Guida Michelin Italia, che si conferma la seconda Guida più stellata al mondo. Nella Guida Michelin 2020, i ristoranti che propongono una cucina che “vale il viaggio”, e quindi le tre stelle sono: Piazza Duomo ad Alba (CN), Da Vittorio a Brusaporto (BG), St. Hubertus, a San Cassiano (BZ), Le Calandre a Rubano (PD), Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio (MN), Osteria Francescana a Modena, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ), Mauro Uliassi a Senigallia (AN) e Enrico Bartolini al Mudec a Milano.

L’Abruzzo difende i suoi 6 ristoranti stellati con il capofila Niko Romito con 3 stelle e altre 5 realtà ristorative che meritano 1 stella. Ecco i ristoranti stellati d’Abruzzo con le motivazioni date dalla guida Michelin.

Reale – Castel di Sangro | Niko Romito | 3 stelle

Essenzialità e minimalismo compongono il filo rosso che unisce gli ambienti eleganti della sala con la cucina creativa presentata nei piatti. Il bersaglio è la purezza dei sapori: la sua genesi è rintracciabile nella testa dello chef, ma prima ancora nasce nella terra e nel mare. Al Reale, tutto ciò viene proposto con quella grazia estetica che subito riconduce il pensiero alla cultura giapponese.

Al Metrò – San Salvo Marina | 1 stella

Caratterizzato da uno stile elegante-minimalista, ecco una cucina di passione e sostanza: Al Metrò è il regno dei sapori abruzzesi e il mare la fa da padrone. L’indirizzo giusto per un gran pasto “tutto pesce”!

La Bandiera – Civitella Casanova | 1 stella

La posizione – isolata e sperduta (meglio farsi consigliare la strada per arrivarci!) – è solo un ulteriore plus per scegliere di accomodarsi ai suoi tavoli. La cucina è una bandiera delle specialità abruzzesi di terra proposta con accurata precisione e tecnica. I sapori sempre magistralmente esaltati.

Magione Papale – L’Aquila | 1 stella

Ai fornelli si gioca in casa con uno chef aquilano che reinterpreta con grazia e fantasia ingredienti a lui ben noti, riconducibili alla sua infanzia. L’attenzione alle cotture è quasi maniacale: cifra della sua cucina che lo rende unico e immediatamente riconoscibile.

D.One Restaurant – Montepagano | 1 stella

Così come esiste da tempo l’albergo diffuso, ora c’è anche il ristorante che può fregiarsi di questa particolarità: D. one! Cucina in bilico tra semplicità e sperimentazione creativa, l’attenzione è posta a preservare le proprietà organolettiche degli ingredienti, dando una particolare importanza alla selezione delle materie prime.

Villa Maiella – Guardiagrele | 1 stella

Al limitare del Parco della Maiella, questo è il vero Km 0 con allevamento per il solo ristorante di alcuni animali e un bel giardino di verdure. Se dietro ai fornelli collaborano – fianco a fianco – madre e figlio, sulla tavola continuano a trionfare i migliori sapori abruzzesi. Per chi volesse indugiare nel romanticismo, spettacolare servizio estivo sulla terrazza e confortevoli camere, realizzate secondo le moderne tecnologie.

Condividi l'articolo con i tuoi amici
Supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Fai la tua piccola donazione
Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Abruzzo per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button