ArteCinemaItaliaToscanaVideo

“Hey! Un fiorino!”, Non ci resta che… “aspettare”, ecco la scena storica con Benigni e Troisi

La storia del film “Non ci resta che piangere” è ambientata negli anni ottanta in Toscana. I protagonisti sono Mario (Troisi), umile bidello di una scuola elementare, e Saverio (Benigni), un professore problematico e idealista che insegna sempre in quell’edificio.

I due sono molto amici e si recano con l’auto per la campagna a far una passeggiata, ma vengono improvvisamente sorpresi da un temporale nel pieno della notte. Infatti i due non si sono ancora resi conto di essersi perduti, ma ancor di più di essere stati magicamente catapultati indietro nel tempo nel lontano anno 1492.

Questa è l’epoca del Rinascimento fiorentino, del periodo di governo di Lorenzo il Magnifico e delle invenzioni di Leonardo da Vinci, ed è l’anno in cui Cristoforo Colombo ha scoperto l’America.

Nel video che segue, una delle scene più famose e divertenti del film “Non ci resta che piangere”, Benigni e Troisi al passaggio alla dogana con il pagamento del “fiorino”.

Condividi l'articolo con i tuoi amici

È importante: supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close