Quantcast
1 giornoA piediCampello sul ClitunnoCascateChiese e SantuariCosa visitareFolignoFonti del ClitunnoGuidaIn autoItaliaItinerariLaghi e fiumiUmbriaViaggiando Italia

Itinerario in Umbria. Cascate del Menotre, Fonti del Clitunno e Eremo di Santa Maria Giacobbe

In questo breve articolo ti consigliamo alcuni luoghi in Umbria che potrai visitare durante una gita di un giorno in questa bellissima regione del centro Italia. Sarà una giornata in cui l’acqua sarà una parte importante dei ricordi e delle emozioni che proverai.

Le Fonti dl Clitunno

Umbria. Fonti del Clitunno, dove la natura si trasforma in Poesia e Benessere per l'anima

Le Fonti del Clitunno sono un parco naturalistico raggiungibile lungo la via Flaminia, fra Spoleto e Foligno, e appartengono al comune di Campello sul Clitunno. Le Fonti del Clitunno sono caratterizzate dalla presenza di fauna come anatrecigni e altri animali acquatici. Le sue acque sono famose per le sfumature di colore tra il verde smeraldo, turchese, giallo e azzurro che acquistano. (Scopri di più)

Le Cascate del fiume Menotre

Umbria. Come raggiungere le Cascate del Menotre Luogo di Partenza, tempi e suggerimenti
Photo Maria Lucia Sforza

Il fiume Menotre – che nasce dalle sorgenti del fosso di Favuella, ad 800 m s.l.m e del monte Mareggia – è considerato un corso d’acqua di alta collina e il suo corso si sviluppa nel comprensorio montano del territorio di Foliglio. Nei pressi dell’abitato di Rasiglia, il Menotre viene arricchito da diverse acque tributarie e inizia la sua corsa nella valle, allargando la dimensione del suo letto d’acqua. (Scopri di più)

Eremo di Santa Maria Giacobbe

Photo Davide Pia (google maps)

Partendo dal paese di Pale dopo aver costeggiato l’omonimo monte, seguendo una piccola strada in salita segnata con 14 stazioni della Via Crucis si giunge all’Eremo di S. Maria Giacobbe ad un’altezza di 525 metri s.l.m. da cui si gode uno splendido panorama.
Una volta giunti alla piccola spianata si scorge la chiesa di piccole dimensioni, sulla cui facciata si apre una porta inserita in un arco a tutto sesto ed una piccola finestra, e si scorge una piastrella dove si legge la data di un restauro avvenuto nel 1712, mentre sul tetto si trova un grazioso campanile a vela. (Scopri di più)

Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Condividi con i tuoi amici:
Booking.com
Scopri come pubblicare un ARTICOLO che parla della tua attività, oppure come pubblicare un TUO EVENTO
Inoltre, se ti va, puoi supportare il lavoro della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button