Quantcast
Alberi monumentaliCosa visitareCosa visitare in Toscana?FotoItaliaViaggiando ItaliaVideo

Sai dove si trova la Quercia delle Streghe e perché si chiama così? / Video

Se ti piacciono gli alberi monumentali, la Quercia delle Streghe (o Farnia delle Streghe) è sicuramente una delle tappe che dovresti inserire durante una vacanza in Italia o per un gita nel fine settimana.

Quando parliamo di Quercia delle Streghe ci riferiamo a un albero monumentale, un esemplare di roverella (Quercus pubescens) che è possibile trovare abbastanza facilmente in tutto il territorio boschivo italiano.

La Quercia delle Streghe si trova nel Parco di Villa Carrara a Gragnano in località San Martino in Colle Capannori, una piccola frazione di Capannori, in provincia di Lucca, in Toscana.

Quali sono le sue “caratteristiche fisiche” e la sua particolarità?

Il grande albero si stima abbia all’incirca 600 anni di età, un’altezza di circa 15 metri, caratteristiche che la decretano come secondo albero più grande in Toscana. In quasi tutti gli alberi di quercia, i rami tendono ad allungarsi verso l’alto; in questo esemplare, invece, l’allungamento dei rami avviene quasi parallelamente al terreno sottostante, una cosa non comune per questa specie. Il motivo? Leggi la leggenda qui sotto 🙂

Conosci la leggenda sulla Quercia delle Streghe e perché si chiama così?

Sono due le leggende che rendono magico e surreale questo albero. La prima riguarderebbe un gruppo di streghe che solevano tenere i loro sabba sedute o appese sui rami della Quercia (da cui anche il nome) e che spiegherebbe la direzione orizzontale della chioma.

La seconda leggenda, invece, riguarda il famoso burattino Pinocchio che proprio qui venne impiccato dai suoi assassini che volevano derubarlo, episodio raccontato nel libro Le avventure di Pinocchio, scritto da Carlo Collodi, nato a Firenze ma con sua madre nata proprio nel borgo toscano di Collodi, poco lontano da questo albero.

Foto di Rambo Deviz. Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Condividi con i tuoi amici:
Scopri come pubblicare un ARTICOLO che parla della tua attività, oppure come pubblicare un TUO EVENTO
Inotre, se ti va, puoi supportare il lavoro della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button