Quantcast
1 giornoA piediCascateCosa visitareCosa visitare in Abruzzo?GuidaIn biciclettaItaliaItinerariMontagnePennapiedimonteViaggiando Italia

Come fare per ammirare la Cascata del Macarone della Pila? Consigli, lunghezza e punto di partenza

Come fare per ammirare la Cascata del Macarone della Pila? La Cascata del Macarone della Pila è una scenografica cascata che si trova alle pendici dei monti della Maiella nella valle scavata dal fiume Avello, nelle vicinanze dei paesi di Pennapiedimonte e Palombaro, quindi all’interno del Parco Nazionale della Maiella (recentemente Geoparco Unesco). Qui troverai una piscina naturale con acqua trasparente e con il fondale fatto da piccoli sassolini bianchissimi e la caduta dell’acqua che durante la primavera diventa scrosciante e impetuosa.

In questa breve guida conoscerai come arrivare ad ammirarla, da dove partire e qualche consiglio utile per meglio organizzare la visita.

Da dove partire per arrivare alla Cascata?

Il percorso più facile e breve parte dal Belvedere Balzolo, nella parte alta del borgo di Pennapiedimonte. Da qui per arrivare alla Cascata del Macarone della Pila si deve prendere il sentiero con indicazioni Murelle / Montecavallo / Selva Romana / Linaro.

Quanto è lungo il percorso?

Il percorso ha una lunghezza di circa 4 chilometri (ad andare) e altrettanti per tornare e il tempo di percorrenza è di circa 2,30 / 3 ore in totale. Lungo il tracciato incontrerai 3 gallerie scavate nella roccia e il sentiero che porta alla cascata si trova a dopo circa un chilometro dopo l’uscita dell’ultima galleria. Il sentiero (non molto bene indicato) si trova sulla sinistra e scende la parete della valle fino alla cascata.

Qual è il livello di difficoltà?

Anche se definito come sentiero di difficoltà turistica pensiamo sia utili dire in questo articolo che ci sono alcune caratteristiche che meritano attenzione per meglio affrontare l’escursione.

  1. Il percorso non è in piano. Anzi, fino alla seconda galleria (circa metà strada) la salita è pressoché continua. quindi è necessario essere con un minimo di allenamento anche se è fattibile da tutti.
  2. Tutto il sentiero è sempre scoperto, quindi soggetto a vento e al sole.
  3. Il fondo è brecciato e sono fortemente consigliate le scarpe da trekking a causa di rocce aguzze sulla strada. Le scarpe da trekking risultano indispensabili per scendere alla cascata e per ammirare la piscina naturale dato che vi si accede attraverso una roccia ripida, bagnata e scivolosa. Qui ti verrà in aiuto una corda agganciata al tronco di un albero.

Qualche consiglio finale

  • Ricordati di portarti sempre acqua, una cappello e crema solare durante le stagioni calde e indumenti adatti ai cambi di temperatura e alla presenza di vento.
  • Pensiamo sia necessario ricordare anche qui che il sentiero che scende alla cascata (dopo la terza galleria) non è affatto indicato, ma noterai uno stretto sentiero brecciato che piega a sinistra e scende negli alberi. Se farai attenzione già da qui potrai ascoltare il suono della cascata.

Speriamo che questa piccola guida ti sia di aiuto per la tua escursione alla Cascata del Macarone della Pila e facci sapere nei commenti com’è andata!

Iscriviti al gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Condividi con i tuoi amici:
Booking.com
Scopri come pubblicare un ARTICOLO che parla della tua attività, oppure come pubblicare un TUO EVENTO
Inoltre, se ti va, puoi supportare il lavoro della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Abruzzo per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button