Italia

Costa dei Trabocchi. 5 motivi per cui la Ciclovia Adriatica sarà una “scossa” positiva al futuro turistico

In questi giorni si sta parlando molto della Costa dei Trabocchi anche grazie alla ribalta nazionale che sta avendo sui media (guarda qui il servizio andato in onda sul TG1). Certamente quella che si sta delineando in Abruzzo, nel tratto di costa compreso tra Ortona e Vasto, è una realtà positiva dal punto di vista turistico. 

Fulcro di questa parte di Abruzzo sono i trabocchi, il buon cibo e il mare da sogno. Un insieme di cose che rende già molto appetibile questa zona e ciliegina sulla torta sarà la ciclovia adriatica (un percorso ciclo-pedonale, leggi qui) che da Martinsicuro unirà Vasto e San Salvo e che nella Costa dei Trabocchi avrà la sua parte più interessante dal punto di vista paesaggistico

Ma quali potrebbero essere gli impatti positivi che il completamento della ciclovia adriatica potrebbe portare sul territorio? Quali ricadute positive dal punto di vista turistico? Noi ne abbiamo individuati 5, ma ci piacerebbe sentire anche la vostra opinione che potete scrivere direttamente nei commenti. 

1 – Destagionalizzazione: pensiamo che questa infrastruttura ciclabile possa portare sul territorio un aumento dell’utenza turistica anche in mesi che attualmente non sono considerati come il tardo inverno, la primavera e l’autunno, oltre che l’estate. Questo potrebbe avere un impatto positivo anche nel mercato del lavoro che dovrà fornire personale non solo per l’alta stagione, ma anche per gli altri periodi dell’anno. 

2 – Rivitalizzazione delle aree interne: attraverso collegamenti “a pettine” (intermodali, con bus, treni o con percorsi ciclabili secondari), l’utenza turistica che si muoverà sulla dorsale adriatica potrà effettuare escursioni o soggiorni anche nelle aree interne dell’Abruzzo, come sulla Majella con un impatto positivo contro lo spopolamento dei piccoli centri e la rivalutazione e promozione degli stessi. 

3 – Brand di turismo green: il completamento della ciclovia adriatica aumenterà la connotazione green di questa area e promuoverà meglio possibilità di effettuare una vacanza sostenibile e di rispetto dell’ambiente, un tipo di prodotto turistico sempre più richiesto dall’utenza nazionale e internazionale.

4 – Richiamo turismo internazionale: la ciclovia adriatica sarà uno dei percorsi ciclabili costieri più lunghi d’Europa e, nel contesto in cui si snoda, sarà anche uno dei più belli dal punto di vista paesaggistico. Tutto ciò contribuirà ad aumentare il richiamo internazionale di questa zona anche grazie al passaparola che verrà fatto da cui vivrà esperienze dirette e positive sulla Costa dei Trabocchi

5 – Turismo fidelizzato, di qualità e di ritorno: il turismo “mordi e fuggi”, quello della vacanza in giornata o del soggiorno di una notte, potrebbe essere in parte sostituito da vacanzieri (magari di provenienza estera) che decideranno una permanenza di più giorni e che magari troveranno in questi luoghi una destinazione verso cui tornare anno dopo anno. Ciò darà stabilità farà bene a tutto l’indotto turistico della Costa dei Trabocchi (hotel, b&b, ristoranti, agenzie di tour e di tutte le attività commerciali in qualche modo legate al turismo).

Altri motivi? Scrivili nei commenti! 

Roberto De Ficis

Foto ANSA. Iscriviti al gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Condividi l'articolo con i tuoi amici

È importante: supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close