Cosa visitareFotoItaliaPalermoSicilia

Il Golfo di Palermo, dove attraccarono Bizantini, Arabi Kalbiti, Normanni, Svevi, Angioini, Spagnoli

La città di Palermo tutt’oggi conserva un’enorme ricchezza culturale e architettonica proprio perché durante i secoli vide diversi popoli a contendersela. Infatti, dopo la fondazione dei Fenici nel 734 a.C. con il quale il golfo divenne uno snodo portuale molto importante per merci e uomini, Bizantini, Arabi Kalbiti, Normanni, Svevi, Angioini, Spagnoli passarono sulle coste di questo golfo, ma tracce di vita si hanno già dal periodo paleolitico quando sul Monte Pellegrino uomini vivevano nelle caverne.

Il golfo di Palermo è il tratto di mare sul quale si affaccia la città dal quale prende il nome: Palermo. Anche parte dell’area metropolitana palermitana si affaccia sul golfo nei tratti rientranti nei confini territoriali dei comuni di Ficarazzi e Bagheria. Foto di Salvo Di Vento. Iscriviti anche tu al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Condividi l'articolo con i tuoi amici

È importante: supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close