AbruzzoCucina e Cibi d'ItaliaItaliaProdotti Tipici

Olio di Oliva d’Abruzzo, ecco le varietà di qualità della “regione verde d’Europa”

Autunno, tempo di olio nuovo e l’Abruzzo, forse più di altre regioni, è custode di una eccellente qualità. Complice il clima mite grazie alla presenza del mare e della Majella che la difende dal freddo intenso, questa regione conserva una tradizione olearia di qualità. Chi di noi non sogna adesso una fetta di ottimo pane casereccio appena sfornato con su un filo d’olio nuovo? Vediamo quali sono le cultivar autoctone presenti nella “regione verde d’Italia”.

Di certo, sono diverse le cultivar autoctone che dominano il paesaggio sia dell’entroterra che della costa. Per esempio, possiamo trovare l’intosso, dal quale si hanno oli dal sapore molto intenso e con profumi aromatici ed erbacei che ci fanno pensare all’ortica o le conifere. Nella provincia di Chieti troviamo la gentile, con un gusto più delicato e profumi aromatici più leggeri se la lavorazione è avvenuta sulla costa e più intensi se, invece, è stata lavorata nell’entroterra quindi ad altitudini più elevate. Nella zona di Pescara è diffusa la varietà dritta, soprattutto tra Moscufo, Pianella e Loreto Aprutino, con profumi che ci ricordano la mandorla. Molto diffuso in tutta la regione, come nel resto d’Italia, è il leccino oltre che varietà meno conosciute come la castiglionese (da Castiglione a Casauria) e tra le province di L’Aquila e Pescara presenti anche la toccolana e la posolella, chiamata anche precoce

Roberto De Ficis

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
Supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Fai la tua piccola donazione
Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Abruzzo per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button