1 giornoBorghiChiese e SantuariCosa visitareCosa visitare in Abruzzo?FotoGiardini e parchiItaliaItinerariLaghi e fiumiManoppelloRoccamoriceScafa

Abruzzo, un itinerario per tutti: Eremo di S. Spirito, Volto Santo, Parco Lavino

Eremo di Santo Spirito a Roccamorice

Iniziate la vostra visita visitando l’Eremo di Santo Spirito, uno tra i più belli tra quelli legati a Papa Celestino V. L’eremo si trova nel territorio di Roccamorice ed è visitabile. Famoso per essere stato un monastero della Congregazione dei Celestini, si trova sulla Majella ed è un monumento nazionale italiano. 

Fondato dai Monaci benedettini provenienti dal Monastero di S. Benedetto di Montecassino, anche se molto antico, non si conosce esattamente da data di costruzione che comunque può essere anteriore all’XI secolo. 

Nell’eremo risultano ben conservati sia la chiesa che la sagrestia che i resti del monastero con la foresteria e delle celle. Il presbiterio è la parte più antica della chiesa con archi a sesto acuto caratterizzati da costoloni e due porte a lato dell’altare che conducono al coro.

Volto Santo a Manoppello

Dopo la visita dell’Eremo e un po’ di relax nella natura lussureggiante che lo circonda, potrete dirigervi verso il paese di Manoppello dove, nella basilica, è custodito e venerato il Volto Santo, ovvero una raffigurazione del volto di Gesù Cristo. Si tratta di un velo tenue che ritrae l’immagine di un volto, un viso maschile con i capelli lunghi e la barba divisa a bande, da alcuni ritenuto essere corrispondente al volto fisico di Cristo. Anche il paese merita una visita con il suo borgo antico e la piazza dove potrete sostare per un caffè o un pranzo.

Parco delle Sorgenti del Lavino

Nelle immediate vicinanze di Manoppello potrete raggiungere il paese di Scafa. Appena fuori il centro abitato di Scafa sarete meravigliati dal Parco delle Sorgenti del fiume Lavino. Si tratta di un’area naturale protetta d’Abruzzo. Il parco prende il nome dal fiume Lavino, le cui acque sulfuree sono di un meraviglioso colore tra l’azzurro e il turchese. Il fiume Lavino nasce dal Vallone di Santo Spirito, la zona settentrionale del massiccio montuoso della Majella e, dopo aver passato Scafa, si va a gettare nelle acque del fiume Pescara. È un complesso suggestivo, una tavolozza di colori grazie ai laghetti che sfumano da un bel colore azzurro al turchese per la presenza di particolari alghe e solfati disciolti con una vegetazione varia e ricca.

Ti potrebbe interessare leggere anche:


Scopri la nuova sezione dedicata alle Feste e alle Sagre in tutta Italia


Come in una grande famiglia!

Ti è piaciuto questo articolo? Regala un “mi piace” alla nostra pagina Facebook Viaggiando Abruzzo per scoprire i migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici!


Ti aspettiamo anche sul gruppo!

Se ti va, iscriviti anche al nostro gruppo Viaggiando Abruzzo (gruppo ufficiale) troverai tante foto, idee e tanti amici che, come te, amano l’Abruzzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button