BorghiChiese e SantuariCosa visitareFotoItaliaMontepulcianoToscana

Toscana. Montepulciano, la chiesa di San Biagio è un gioiello rinascimentale

San Biagio è una chiesa fuori il centro abitato del borgo storico di Montepulciano in Toscana. La chiesa, che fu costruita tra il 1518 e il 1540, un esempio di pianta centrale della croce greca rinascimentale, fu progettata da Antonio da Sangallo il Vecchio, che fu ispirato dalla Basilica di Santa Maria delle Carceri a Prato, che era stata progettata anni prima da suo fratello Giuliano da Sangallo.

Lo stesso progetto, tratto dalle opere di Filippo Brunelleschi, fu utilizzato per il progetto originale di Bramante e Michelangelo per la Basilica di San Pietro, nonché per la chiesa di Santa Maria della Consolazione a Todi, di incerta paternità.

L’edificio tardo rinascimentale fu costruito sul sito di una preesistente pieve paleocristiana dedicata a Santa Maria e successivamente a San Biagio. All’inizio del XVI secolo esistevano solo resti della pieve, tra cui un muro con un affresco della Madonna col Bambino e San Francesco, di un pittore senese del XIV secolo. Il progetto fu sostenuto da Papa Leone X, che aveva studiato con Angelo Poliziano, originario di Montepulciano.

La costruzione durò fino al 1580 e, dopo la morte di Sangallo, fu diretta da altri sovrintendenti. La chiesa è a croce greca, con una cupola centrale sostenuta da un tamburo. Il lato opposto all’ingresso ha un’abside semicircolare.

La facciata principale, il cui schema è ripetuto (con alcune lievi modifiche) sui due lati, è divisa in due settori da una grande trabeazione caratterizzata da un fregio con triglifi e metope che corre per l’intero perimetro dell’edificio. Il settore inferiore ospita il portale, in cui è la data di fondazione. Sopra di essa è una finestra, a sua volta sormontata da un frontone triangolare con, al centro, un occhio circolare. Tutto l’esterno è formato da lastre di travertino.

La facciata è affiancata dal campanile a più piani, con numerosi elementi decorativi, che termina in una cuspide piramidale. Il progetto includeva due torri simmetriche, ma ne fu costruita solo una.

Foto di Guy Dugas da Pixabay. Iscriviti anche tu al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale) per vedere altre foto e per inviare le tue.

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Condividi l'articolo con i tuoi amici

È importante: supporta le attività della redazione di Viaggiando Italia, aiutaci a promuovere il territorio! Dai il tuo supporto

Tags

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook Viaggiando Italia per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Partecipa anche tu! Iscriviti al gruppo Viaggiando Italia (gruppo ufficiale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close